fonte: COMFOP Sud

Esercitazione di integrazione delle capacità delle Armi e specialità della Brigata "Aosta" sotto la training autority dei "Leoni" del 5° Reggimento Fanteria.

Attività di Training on Job per i neo Comandanti di Plotone della Brigata "Aosta"

In questi giorni si è conclusa presso l'area addestrativa di Piazza Armerina (EN) un'intensa attività addestrativa condotta dal 5° Reggimento Fanteria "Aosta" a favore degli Ufficiali e dei Sottufficiali neo assegnati ai reparti della Brigata Meccanizzata "Aosta".

L'attività ha visto impegnati diversi assetti dell'Unità anche in esercitazioni pratiche, volutamente concentrate in un tempo ristretto ed in condizioni di stanchezza e di stress del personale esercitato, allo scopo di poter testare le capacità di pianificazione, preparazione ed esecuzione delle attività tattiche offensive, difensive, abilitanti e di stabilizzazione, messe a sistema con l'interazione di assetti specialistici.

In tale contesto, è stato creato uno scenario di vita in FOB (Forward Operating Base) che prevede l’equipaggiamento individuale e l’arma sempre al seguito. L'addestramento, incentrato sulla pianificazione di un’operazione militare, è stato avviato con l’emissione di un preavviso d'ordine ed ha visto i comandanti di plotone affrontare in maniera realistica la pianificazione dell’operazione, cimentandosi nella preparazione degli ordini e nell’utilizzo di strumenti utili, quali plastici e sordini grafici, per affrontare l'esercitazione.

L'attività sul terreno, supportata dal plotone esploratore e dai team tiratori scelti, è stata imperniata sull'organizzazione e sulla condotta di un attacco sistematico di plotone a un obiettivo nemico in uno scenario di tipo conflittuale, sfruttando il concetto di pluriarma, “combined arms”. Inoltre, tutto il personale ha affinato le tecniche per la gestione dei prigionieri di guerra, dei feriti e dei rifornimenti logistici ed ha approfondito la conoscenza degli assetti specialistici delle unità di Fanteria.

Al termine dell'attività il Generale di Brigata Bruno Pisciotta, Comandante dell'"Aosta" nel rivolgersi al personale ha sottolineato come "Il lavoro di squadra aumentare la stima e la fiducia reciproca. La resistenza psico-fisica allo sforzo prolungato e l'attitudine a rispondere prontamente alle attivazioni ricevute sono tra quelle capacità che devono contraddistinguere il potenziale di ogni Comandante e tra i capisaldi per costruire un assetto di plotone unitario e armonico". ​

condividi: