fonte: COMFOP SUD

Condividi su Linkedin

Al 5° Reggimento Genio Guastatori di Macomer concluso il corso abilitativo per nuclei di individuazione radiologica.

Unità della Sassari si addestrano a difendersi da eventuali attacchi CBRN

​Presso la caserma "Bechi Luserna" di Macomer (NU), sede del 5° Reggimento Genio Guastatori, unità operativa dell'Esercito inquadrata nella Brigata "Sassari", si è concluso il corso di abilitazione dei nuclei di individuazione radiologica, il secondo effettuato nell'anno corrente.


Durante l'attività formativa, i frequentatori hanno potuto acquisire e perfezionare le procedure di decontaminazione da attuare a seguito di eventuali attacchi chimici, biologici, radioattivi e nucleari (CBRN) condotti in ambiente operativo, oltre alle nozioni di difesa necessarie al combattente per la sopravvivenza in zona di operazioni.


In tale contesto, il personale si è addestrato a operare nell'ambito di missioni di esplorazione campale radiologica (radiological field reconnaissance), acquisendo anche la capacità di comunicare, lungo la catena di comando, i corretti dati relativi a un evento radiologico o nucleare, mediante l'utilizzo dell'apposita messaggistica in vigore tra i Paesi alleati della NATO. 


Questo tipo di addestramento specialistico consente ai soldati di poter reagire e difendersi da eventuali attacchi CBRN, al fine di sopravvivere e continuare a operare anche in ambienti contaminati.


Le attività sono state condotte nel pieno rispetto delle norme in vigore per il contrasto alla diffusione dell'epidemia da Covid-19.


condividi: