fonte: IGM

L’Esercito Italiano protagonista della cerimonia di commemorazione in onore dei militari caduti durante la seconda Guerra Mondiale.

Il Comandante IGM presente in rappresentanza del Ministro della Difesa

In occasione della ricorrenza del Memorial Day, questa mattina, presso il Cimitero Americano di Firenze, si è tenuta la cerimonia di commemorazione per ricordare il sacrificio dei militari americani caduti durante la Seconda Guerra Mondiale.

Il numeroso pubblico presente, tra cui giovani studenti provenienti delle  scuole medie locali, ha fatto da scenario agli interventi del Vice Capo Missione dell'Ambasciata degli Stati Uniti in Italia e San Marino,  Kelly C. Degnan e del Generale Tod. D. Wolters, a capo del Comando statunitense in Europa e Comandante Supremo delle Forze Alleate Nato in Europa.

 

A rappresentare il Ministro della Difesa italiano, il Generale di Divisione Pietro Tornabene, Comandante dell'Istituto Geografico Militare In un breve ma significativo discorso, il vertice dell'ente cartografico di Stato dopo aver rivolto un saluto alle autorità, ha evidenziato:

"provo una particolare emozione e commozione nel parlare in un sacro luogo come questo per ricordare nel giorno del Memorial Day tutti coloro che in servizio alle Forze Armate Statunitensi hanno donato la vita per la propria Patria. La democrazia e la libertà a noi donataci da un popolo generoso hanno permesso all'Italia e all'intera Europa sia Occidentale che Orientale di rinascere dopo la follia della Seconda Guerra Mondiale".

 

Le autorità hanno poi deposto corone di alloro lungo il Muro dei Dispersi su cui sono incisi i 1409 nomi di dispersi in battaglia. I reparti in armi delle Forze Armate Statunitensi e Italiane hanno reso gli onori militari.

 

Nel cimitero americano di Firenze sono seppelliti 4393 uomini e donne che morirono durante il conflitto mondiale. La maggior parte di essi perse la vita nei combattimenti dopo la presa di Roma nel giugno del 1944.

 

condividi: