fonte: COMFOP Nord

Al Sindaco della città il compito di custodirne la memoria.

Autorità militari, civili e religiose alla cerimonia di consegna delle Medaglie commemorative

Al Teatro Comunale di Cagli, il Colonnello Claudio Brunetto, Comandante Militare Esercito Marche,  per conto del Ministro della Difesa,  ha posto nelle mani del Sindaco, Dott. Alberto Alessandri, le Medaglie commemorative ai discendenti degli 8 caduti cagliesi durante il Primo Conflitto Mondiale.

La cerimonia, introdotta dalla deposizione di una corona d'alloro ai caduti, ha visto come ospiti il Prefetto di Pesaro-Urbino, dott. Vittorio Lapolla e numerose autorità militari, civili e religiose della città e della provincia. Il prestigioso Teatro Comunale di Cagli è stata la cornice ideale dell'evento durante il quale, alla presenza degli studenti di alcuni Istituti Scolastici di Cagli e delle associazioni Combattentistiche e d'Arma locali è intervenuto il Generale di Corpo d'Armata Luigi Chiavarelli, figlio della terra marchigiana, proponendo un approfondimento sui tragici eventi del Grande Conflitto.

 

Con la consegna delle Medaglie, che ha lo scopo di diffondere la conoscenza storica della guerra e dei drammatici fatti che ne seguirono, evidenziandone le sofferenze che in nome della Patria furono sopportate, si è inteso trasmettere alle giovani generazioni  la consapevolezza che il doloroso ricorso all'estremo sacrificio dei suoi figli costituisce il monito perché l'Italia impedisca il ripetersi di simili tragedie.  Particolarmente toccante è stato il momento della lettura dei nomi di ciascun caduto, che ha conferito loro la massima dignità e il massimo onore.


condividi: