fonte: COMFOTER di Supporto

Militari dell'esercito si addestrano per acquisire la qualifica JTAC.

Il simulatore VBS 3 replica con realismo le procedure e le ambientazioni Operative

Si è concluso il 6° corso di formazione per aspiranti operatori JTAC (Joint Terminal Attack Controller) destinato al personale proveniente dalle unità dell’Esercito Italiano e svolto, sin dalla prima settimana di aprile, presso il centro Fires Targeting & Info OPS della Forza Armata.


L’attività, caratterizzata da lezioni teoriche e esercizi pratici inerenti gli aspetti fondamentali sulla gestione del supporto di fuoco terrestre ed aereo e le principali procedure di aerocooperazione in vigore in ambito NATO nello specifico settore, è stata svolta attraverso l’utilizzo di strutture addestrative e didattiche presenti presso il Comando Artiglieria.


In particolare, gli allievi hanno potuto attuare le procedure per la gestione del fuoco, aereo e terrestre, di supporto alle unità di manovra mediante l'utilizzo del sistema di simulazione VBS 3 (Virtual Battle Space). che è in grado di replicare, con elevato realismo, le procedure e le ambientazioni dei moderni Teatri Operativi nei quali gli aspiranti JTAC si troveranno ad operare a seguito del conseguimento della qualifica.


I 4 militari che hanno superato questa prima fase addestrativa intensa e estremamente selettiva,  saranno ammessi alla frequenza di ulteriori fasi formative al fine di raggiungere il previsto standard necessario alla successiva frequenza del corso di qualifica per Joint Terminal Attack Controller.  Questa qualifica consentirà di disporre nei moderni scenari operativi di operatori altamente preparati in grado di gestire diverse sorgenti di fuoco, massimizzandone gli effetti e riducendo al contempo il rischio di danni collaterali. Inoltre, il JTAC, grazie all'utilizzo di strumenti radio e sensori moderni, ha il compito di fornire aggiornamenti sulla situazione tattica connessa con la propria unità.




condividi: