fonte: COMFORDOT

Al Centro Studi Post Conflict Operations il 3° Corso sulla Riforma del Settore Sicurezza.

Coordinazione per un efficace approccio integrato in ambito Unione Europea

​Si è svolto a Torino, dal 20 al 22 ottobre, in modalità online, il 3° corso sulla Riforma del Settore della Sicurezza (Security Sector Reform - SSR) che, erogato interamente in lingua inglese da esperti militari e civili, nazionali e internazionali, è stato organizzato e diretto dal Centro Studi Post Conflict Operations in collegamento con l’European Security and Defense College (ente appartenente all’Unione Europea che si occupa di formazione nell’ambito della Politica di Sicurezza e Difesa Comune).

Il corso, con lo scopo di fornire una comprensione d’insieme del concetto di SSR, attraverso un esame dei suoi principi generali, degli attori, dei processi e del ruolo assunto nell’ambito dell’approccio integrato dell’Unione Europea, è stato diviso in due fasi.

Nella prima fase sono stati trattati argomenti sulla strategia di sicurezza, sul processo decisionale e sul ruolo delle Istituzioni nell’ambito della politica di difesa e sicurezza comune dell’Unione Europea. Successivamente, il corso ha focalizzato l’attenzione sull’importanza della Riforma del Settore della Sicurezza, sulla necessità che i processi siano inclusivi e di competenza nazionale, nonché sull’esigenza di una coordinazione tra i vari attori, al fine di promuovere un efficace approccio integrato in ambito Unione Europea.

Si è trattato, nel complesso, di un corso ad alta valenza formativa, rivolto a 18 frequentatori civili e militari, di nazionalità italiana e straniera, provenienti dai paesi membri e dalle agenzie dell’Unione Europea (Romania, Spagna e Svezia).

condividi: