fonte: COMFORDOT

All'80° RAV di Cassino hanno giurato i VFP1 del 2° Bando 1° Blocco 2017.

Dopo sette anni si torna a giurare nella caserma “Lolli Ghetti”

Lo scorso venerdì, all’interno della caserma “Lolli Ghetti”, sede dell'80° Reggimento Addestramento Volontari "Roma", alla presenza del Comandante per la Formazione, Specializzazione e Dottrina dell’Esercito, Generale di Corpo d’Armata Pietro Serino, del Comandante della Scuola Sottufficiali dell’Esercito, Generale di Brigata Gabriele Toscani De Col, del Comandante della Scuola di Fanteria, Generale di Brigata Massimo Mingiardi e del Comandante del Centro Addestramento Volontari, Generale di Brigata Giuseppe Faraglia, ha avuto luogo la cerimonia di giuramento dei Volontari in Ferma Prefissata di un anno del 2° bando – 1° Blocco 2017. 

La Cerimonia, dedicata alla memoria della Medaglia d’Oro al Valor Militare Bianchi Emilio ha visto, dopo un intenso corso di formazione, quasi 300 volontari prestare giuramento alla Repubblica, alle sue leggi e alle Istituzioni, dinanzi alla gloriosa Bandiera di Guerra dell’80° Reggimento Addestramento Volontari “Roma”, decorata dell’Ordine Militare d’Italia, di due medaglie d’oro e una di bronzo al Valor Militare.

Numerose le Autorità civili e militari presenti, tra le quali il Sindaco della città di Cassino, Ing. Carlo Maria D’Alessandro, la Medaglia d’Oro al Valor Civile del Corpo dei Vigili del Fuoco di Cassino, Sig. Di Giorgio Mario, dei Gonfaloni dei comuni di Cassino e Mignano Montelungo, decorati di Medaglia d’Oro al Valor Militare e dei comuni limitrofi, dei labari delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma, a dimostrazione dei saldi e sinceri legami instaurati tra il territorio e il Reggimento.

“É una formula, quella del giuramento, cosi semplice ma anche cosi assoluta che fa mancare il fiato”, queste le parole che il Colonnello Salvatore Pignataro, Comandante di Reggimento, ha voluto rivolgere alle donne e agli uomini del 2° Bando 1° Blocco 2017, qualche attimo prima di dare lettura della formula del giuramento.

Durante il suo discorso ha inoltre evidenziato che questa giornata rappresenta, per ogni militare, uno dei più significativi momenti della propria carriera e, più in generale, del proprio servizio alla Patria.

Un vasto pubblico formato dai familiari dei volontari, giunti da tutta l’Italia, ha seguito con emozione la cerimonia, culminata nel momento in cui è stato pronunciato il fatidico “Lo giuro”, che ha sancito, sotto le note dell’Inno di Mameli, l’ingresso ufficiale di questi giovani volontari nella grande famiglia dell’Esercito.

Il Generale Serino durante la sua allocuzione, rivolgendosi ai giovani volontari ha evidenziato che ”per comprendere fino in fondo cosa comporta il giuramento che avete prestato dovete recarvi pochi chilometri a sud di Cassino, al sacrario di Montelungo, dove riposano in eterno dei vostri coetanei, come voi poco più che ventenni…..la vostra determinazione, la vostra volontà di onorare il giuramento di oggi, vi manterrà uomini e donne degni, come i vostri fratelli che riposano a Montelungo. Non dimenticatelo mai!”

condividi: