fonte: COMFOP Sud

Consegnati i diplomi per il raggiungimento del livello “B1 Intermediate” in lingua inglese

l’Esercito e la Regione Calabria in sinergia per la collocazione professionale dei militari congedati senza demeriti

​Si è tenuta ieri a Catanzaro, presso la Sala delle Culture del Palazzo della Provincia e nel rispetto delle misure di distanziamento sociale previste dalla normativa in vigore per il contenimento del COVID-19, la cerimonia di consegna dei diplomi di qualificazione “B1 Intermediate” di lingua inglese ai militari volontari dell’Esercito.

Il corso di lingua inglese, iniziato nel dicembre scorso, è stato svolto presso la Cambridge School di Catanzaro ed ha visto coinvolti 20 allievi, ex militari inseriti nella Banca Dati del Servizio Informativo Lavoro Difesa del Comando Militare Esercito (CME) Calabria e volontari prossimi al congedo in servizio presso il 2° reggimento aviazione dell’Esercito “Sirio” di Lamezia Terme.

Al termine del relativo corso di studi e dopo il superamento degli accertamenti finali, i partecipanti hanno ricevuto il livello di qualificazione raggiunto, valido e spendibile ai fini occupazionali.

Il percorso formativo è inserito nei programmi didattici del “Progetto Sbocchi Occupazionali” del Ministero della Difesa per la ricollocazione nel mondo del lavoro a favore del personale militare volontario congedato o in procinto di congedarsi dalle Forze Armate.

In Calabria le modalità operative del progetto sono adottate in base ad un “Protocollo d’Intesa” sottoscritto dalla Regione e dal Comando Territoriale dell’Esercito al fine di realizzare percorsi formativi a favore dei militari volontari in ferma prefissata.

L’Ente regionale fornisce la massima collaborazione e contribuisce, con finanziamenti comunitari, alla realizzazione del “Progetto Sbocchi Occupazionali” mettendo a disposizione le professionalità nei settori della formazione e delle politiche del lavoro per prevenire la disoccupazione e supportare la ricollocazione professionale dei militari congedati “senza demerito”.

A tutt’oggi in Calabria sono oltre seicento i giovani formati nei corsi professionalizzanti e che hanno potuto acquisire crediti formativi da utilizzare nel mondo lavorativo e scolastico come previsto dall’Accordo Quadro Conferenza Stato – Regioni del 2010.

Il CME Calabria fornisce alla Regione tutte le informazioni anagrafiche e professionali relative ai giovani destinatari delle varie iniziative del progetto e mette a disposizione le aule didattiche ubicate in strutture militari dislocate sul territorio regionale.

L’Esercito in Calabria, a decorrere dal 9 dicembre scorso, ha attivato anche corsi di formazione professionale per le maestranze infrastrutturali (coadiutore elettrico, idraulico, addetti ai servizi di controllo) presso le aule didattiche degli ex centri di euroformazione del 1° reggimento bersaglieri di Cosenza e del 2° reggimento aviazione dell’Esercito “Sirio” ed ha avviato un corso di operatore antincendio, a seguito di accordi con il locale Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco, che consentirà di acquisire la “certificazione di capacità tecnica” ad operare in tale ambito, conformemente a quanto previsto dalle norme in vigore.

condividi: