Addestramento e Formazione



L'addestramento e l'approntamento  costituiscono attività ineludibili poiché consentono di perseguire  il necessario livello di "prontezza operativa". Un output che trova effettivo riscontro negli oltre 18.000 militari impegnati ogni giorno in operazioneall'estero  e sul territorio  nazionale o in immediata "prontezza".  

Al fine di agire sempre con tempestività e risolutezza, l'Esercito ha posto in essere una pianificazione triennale delle esercitazioni e degli addestramenti, prevedendo la condotta di impegni sia a livello nazionale sia in ambito interforze e internazionale.

Nel 2018,  è stato implementato il ricorso  ai sistemi di simulazione, rivolgendo sempre la massima attenzione alla tutela dell'ambiente e alla sicurezza del personale. Sono state inoltre  ottimizzate  le sinergie tra le unità operative, assegnando specifiche funzioni  di pivot/hub al Corpo d'Armata  di Reazione Rapida della NATO [NRDC-ITA]  e rafforzando il ruolo del Centro di Simulazione e Validazione,  ente leader nel virtual training.


PROVVEDIMENTI ADOTTATI

  • Spinta sull'incremento della capacità warfighting attraverso impiego all'estero/esercitazioni internazionali.

       a. Esercitazione "NASR  19":  svoltasi  in  QATAR  nel  mese  di  ottobre  è  stata  schierata impiegata una componente di livello Battle Group pluriarma, congiuntamente al personale della  2a   Brigata  dell'Esercito  qatariota,  con  notevole  ritorno  addestrativo,  soprattutto  a favore degli assetti pesanti. Sono state altresì testate alcune delle capacità che verranno poste in alta prontezza a favore della NATO;

       b. Esercitazione "TORO 19": svoltasi nel mese di novembre, ha consolidato il gemellaggio avviato nel 2017 tra la Brigata "Pinerolo" e la Brigata "Aragon I" con l'impiego di un complesso minore di fanteria media e una batteria di artiglieria.

  • Direttiva 7009 Funzionamento dei centri di Addestramento Tattico, ed. 2019. Approvato l'aggiornamento  della Direttiva in titolo allo scopo di prescrivere i principi di funzionamento dei CAT di F.A. fornendo i concetti base e le procedure di riferimento per la pianificazione, organizzazione e condotta delle rotazioni di addestramento (ROT-CBT) chiaramente distinte da quelle di approntamento (ROT-MRX), nonché le altre attività addestrative e formative ivi svolte.

  • Direttiva 7051 linee di indirizzo per la Simulazione Addestrativa Virtual, ed. 2019. Approvata la Direttiva elaborata al fine di sistematizzare le attività addestrative del dominio virtual a favore delle minori unità della F.A. trasformando le c.d. isole Virtual BattleSpace (VBS) in Centri di Addestramento Virtual (CAV) e Centri di Addestramento e Sviluppo Virtual (CASV).

  • Nota Dottrinale (ND) "Protezione dalla minaccia APR", ed. 2019. Approvata  la  ND  in  titolo,  allo  scopo  di  diffondere  in  termini  generali  la  cultura  della protezione dalla minaccia APR in ambito Esercito e definire i principali lineamenti d'impiego degli assetti specialistici della F.A. preposti al contrasto degli aeromobili della tipologia mini e micro.

  • Operazione "Strade Sicure": revisione del Decreto Interministeriale (DI) Interno-Difesa ed elevazione delle ore di straordinario retribuibile (da 14,5 a 21). Proposta la revisione del decreto per quanto afferisce alle modalità di svolgimento dei servizi di sorveglianza al fine di attuare modalità operative maggiormente aderenti alle peculiarità di impiego dell'Esercito nonché valorizzare il personale, accrescendo altresì il senso di sicurezza percepito dai cittadini.

  • NATO Readiness Initiative (NRI). Approvata  la  partecipazione  italiana  all'iniziativa  in  titolo  e  i  discendenti  correttivi  alla pianificazione d'impiego delle Brigate.

  • Proposta  di  rimodulazione  dell'impegno  della  componente  terrestre  nell'ambito  delle operazioni. Approvato il documento in titolo per fornire allo SMD proposte concrete tese ad attagliare l'impegno operativo della F.A. alle esigenze di sicurezza e alle priorità strategiche nazionali evidenziate dal Capo di SMD.

  • Approvata e diramata la PDE-1 "La Dottrina dell'Esercito", documento capstone di F.A.

  • Approvate misure per  migliorare ulteriormente  i  lineamenti  del  Corso  di  Stato  Maggiore.

  • Approvato per Operazione “Strade Sicure” un modello di cooperazione Interagency per il contrasto allo sversamento dei rifiuti e/o relativi roghi.

  • Firmata una convenzione tra l'Esercito Italiano e il Centro Studi Esercito (CSE).

  • Incremento della capacità warfighting nelle esercitazioni internazionali (Dragon, NASR, Toro).  

  • Approvata la rimodulazione degli iter formativi di base degli Ufficiali RN.

  • Approvato e diramato il documento  Future Operating Environment post 2035 - Implicazioni per lo Strumento Militare Terrestre.

  • NRDC-ITA pivot/hub del training delle Divisioni e delle Brigate.

  • Disposta la programmazione pluriennale delle attività addestrative e operative.

  • Istituita la figura di Maresciallo di cp. in Accademia Militare a supporto delle attività tecnico-pratiche degli Allievi Ufficiali.

  • Approvata circ. 7041 sulle norme di sicurezza per le esercitazioni a fuoco.

  • Approvata circ. 7006 riguardante la condotta delle attività addestrative.

  • Approvato lo studio della storia militare e della storia dell’Esercito Italiano negli istituti di formazione con particolare riferimento  alle tradizioni, ai valori e alle esperienze internazionali e interforze.

  • Conferita maggiore dinamicità dell’Operazione “Strade Sicure” anche attraverso l’impiego di assetti ad alta specializzazione (es. Aerei a Pilotaggio Remoto nella c.d. “Terra dei fuochi”).

  • Avviato lo studio per la revisione dell’iter formativo degli U., SU. e Graduati.

  • Programmate esercitazioni multinazionali in aree addestrative/poligoni esteri con Paesi alleati/amici.

  • Svolte Sessioni di Integrazione Operativa (SIO) della Campagna “Forza NEC” con dimostrazione di prototipi operativi del SIC, VTLM2, Micro/Mini UAV, VTMM Posto Cdo, Posti Comando di Brigata, ecc

  • Dato ulteriore impulso all’implementazione dei sistemi di simulazione addestrativa anche al fine di preservare aspetti di tutela dell’ambiente.