Addestramento e Formazione



L'addestramento e l'approntamento  costituiscono attività ineludibili poiché consentono di perseguire  il necessario livello di "prontezza operativa". Un output che trova effettivo riscontro negli oltre 18.000 militari impegnati ogni giorno in operazioneall'estero  e sul territorio  nazionale o in immediata "prontezza".  

Al fine di agire sempre con tempestività e risolutezza, l'Esercito ha posto in essere una pianificazione triennale delle esercitazioni e degli addestramenti, prevedendo la condotta di impegni sia a livello nazionale sia in ambito interforze e internazionale.

Nel 2018,  è stato implementato il ricorso  ai sistemi di simulazione, rivolgendo sempre la massima attenzione alla tutela dell'ambiente e alla sicurezza del personale. Sono state inoltre  ottimizzate  le sinergie tra le unità operative, assegnando specifiche funzioni  di pivot/hub al Corpo d'Armata  di Reazione Rapida della NATO [NRDC-ITA]  e rafforzando il ruolo del Centro di Simulazione e Validazione,  ente leader nel virtual training.



PROVVEDIMENTI ADOTTATI
  • Spinta sull'incremento della capacità warfighting attraverso impiego all'estero/esercitazioni internazionali.

       a. Esercitazione "NASR  19":  svoltasi  in  QATAR  nel  mese  di  ottobre  è  stata  schierata impiegata una componente di livello Battle Group pluriarma, congiuntamente al personale della  2a   Brigata  dell'Esercito  qatariota,  con  notevole  ritorno  addestrativo,  soprattutto  a favore degli assetti pesanti. Sono state altresì testate alcune delle capacità che verranno poste in alta prontezza a favore della NATO;

       b. Esercitazione "TORO 19": svoltasi nel mese di novembre, ha consolidato il gemellaggio avviato nel 2017 tra la Brigata "Pinerolo" e la Brigata "Aragon I" con l'impiego di un complesso minore di fanteria media e una batteria di artiglieria..

  •  Direttiva 7009 Funzionamento dei centri di Addestramento Tattico, ed. 2019.
  • Approvato l'aggiornamento  della Direttiva in titolo allo scopo di prescrivere i principi di
  • funzionamento dei CAT di F.A. fornendo i concetti base e le procedure di riferimento per la pianificazione, organizzazione e condotta delle rotazioni di addestramento (ROT-CBT) chiaramente distinte da quelle di approntamento (ROT-MRX), nonché le altre attività addestrative e formative ivi svolte.
  • Direttiva 7051 linee di indirizzo per la Simulazione Addestrativa Virtual, ed. 2019.
  • Approvata la Direttiva elaborata al fine di sistematizzare le attività addestrative del dominio
  • virtual a favore delle minori unità della F.A. trasformando le c.d. isole Virtual BattleSpace (VBS) in Centri di Addestramento Virtual (CAV) e Centri di Addestramento e Sviluppo Virtual (CASV).
  • Nota Dottrinale (ND) "Protezione dalla minaccia APR", ed. 2019.
  • Approvata  la  ND  in  titolo,  allo  scopo  di  diffondere  in  termini  generali  la  cultura  della
  • protezione dalla minaccia APR in ambito Esercito e definire i principali lineamenti d'impiego degli assetti specialistici della F.A. preposti al contrasto degli aeromobili della tipologia mini e micro.
  • Operazione "Strade Sicure": revisione del Decreto Interministeriale (DI) Interno-Difesa ed elevazione delle ore di straordinario retribuibile (da 14,5 a 21).
  • Proposta la revisione del decreto per quanto afferisce alle modalità di svolgimento dei servizi di
  • sorveglianza al fine di attuare modalità operative maggiormente aderenti alle peculiarità di impiego dell'Esercito nonché valorizzare il personale, accrescendo altresì il senso di sicurezza percepito dai cittadini.
  • NATO Readiness Initiative (NRI).
  • Approvata  la  partecipazione  italiana  all'iniziativa  in  titolo  e  i  discendenti  correttivi  alla
  • pianificazione d'impiego delle Brigate.
  • Proposta  di  rimodulazione  dell'impegno  della  componente  terrestre  nell'ambito  delle
  • operazioni.
  • Approvato il documento in titolo per fornire allo SMD proposte concrete tese ad attagliare
  • l'impegno operativo della F.A. alle esigenze di sicurezza e alle priorità strategiche nazionali
  • evidenziate dal Capo di SMD.
  • Approvata e diramata la PDE-1 "La Dottrina dell'Esercito", documento capstone di F.A.
  • Approvate misure per  migliorare ulteriormente  i  lineamenti  del  Corso  di  Stato  Maggiore.
  • Approvato per Operazione Strade Sicure” un modello di cooperazione Interagency per il contrasto allo sversamento dei rifiuti e/o relativi roghi.
  • Firmata una convenzione tra l'Esercito Italiano e il Centro Studi Esercito (CSE).
  • Incremento della capacità warfighting nelle esercitazioni internazionali (Dragon, NASR, Toro).  
  • Approvata la rimodulazione degli iter formativi di base degli Ufficiali RN.
  • Approvato e diramato il documento  Future Operating Environment post 2035 - Implicazioni per lo Strumento Militare Terrestre.
  • NRDC-ITA pivot/hub del training delle Divisioni e delle Brigate.
  • Disposta la programmazione pluriennale delle attività addestrative e operative.
  • Istituita la figura di Maresciallo di cp. in Accademia Militare a supporto delle attività tecnico-pratiche degli Allievi Ufficiali.
  • Approvata circ. 7041 sulle norme di sicurezza per le esercitazioni a fuoco.
  • Approvata circ. 7006 riguardante la condotta delle attività addestrative.
  • Approvato lo studio della storia militare e della storia dell’Esercito Italiano negli istituti di formazione con particolare riferimento  alle tradizioni, ai valori e alle esperienze internazionali e interforze.
  • Conferita maggiore dinamicità dell’Operazione “Strade Sicure” anche attraverso l’impiego di assetti ad alta specializzazione (es. Aerei a Pilotaggio Remoto nella c.d. “Terra dei fuochi”).
  • Avviato lo studio per la revisione dell’iter formativo degli U., SU. e Graduati.
  • Programmate esercitazioni multinazionali in aree addestrative/poligoni esteri con Paesi alleati/amici.
  • Svolte Sessioni di Integrazione Operativa (SIO) della Campagna “Forza NEC” con dimostrazione di prototipi operativi del SIC, VTLM2, Micro/Mini UAV, VTMM Posto Cdo, Posti Comando di Brigata, ecc
  • Dato ulteriore impulso all’implementazione dei sistemi di simulazione addestrativa anche al fine di preservare aspetti di tutela dell’ambiente.